crossing Dolomites

Sintesi che deriva dalla mosaicatura dei vari tracciati possibili.
Si  individua una croce costituita da due corridoi:

  1. corridoio nord – sud che collega la Pusteria con la Valbelluna;
  2. corridoio ovest – est che collega la Val d’Adige/Isarco con il Tagliamento.

In funzione dell’analisi delle varie componenti territoriali bisognerà fare delle scelte.
A me ad esempio piace il corridoio Pusteria Cortina Agordino Valbelluna e quello Bolzano Cortina Auronzo Carnia.

quadro_generale

Legenda:
nero: ferrovie in esercizio;
verde: ferrovie da riattivare/ripristinare;
giallo: metro-tramvia del Boite;
rosso: corridoi nord/sud;
azzurro: corridoi ovest/est

Il nodo Auronzo diventa importante non tanto per il collegamento a Cortina ma in quanto passante del collegamento Cortina Carnia.

Notare che impiegando questo modello concettuale della croce si supera quello dell’Anello. Infatti gli anelli possibili che si ottengono sono molto piu’ numerosi.

Nodo Cortina

Piu’ ci guardo e piu’ mi sono fatto convinto che una stazione a Cortina non ci sta.
Posizionarla fra le scuole e il palazzo del ghiaccio sta troppo in basso e uscire a nord è un un problema sia perchè non c’è spazio sia perchè il dislivello per raggiungere Fiames risulta  problematico; anche l’accesso da sud ha problemi sia per l’attraversamento urbano che per il posizionamento del portale del tunnel Ansiei; e poi con quel problemaccio della mega colata detritica di Acquabona…..meglio cambiare tracciato e pensare al tunnel Ansiei-Cortina/Codivilla (10.5 km).
Insomma, a mio avviso la stazione di Cortina diventa Cortina-Fiames e ragionando su come potrebbe essere riassettato l’areale e vista la possibile riattivazione dell’areoporto mi viene una proposta: la viabilià stradale esistente viene interrata e viene sormontata da una struttura multifunzione che svolge la funzione di stazione ferroviaria, di metro-tramvia che assicura il collegamento con Cortina centro, di terminal aeroportuale e dei bus.
Da pensare poi se e fino a dove prolungare la metro-tramvia; fino a Calalzo?

nodo_cortina

Mappa

Legenda

banda gialla: dominio Dolomiti;
aree gialle: areali Dolomiti UNESCO

ferrovie esistenti:
rosso: in esercizio;
verde: da riattivare/ripristinare
ferrovie di progetto:
giallo: tracciato di massima o indicativo
magenta: pendenza max 35/1000;
azzurro: pendenza > 35/1000 (cremagliera);
blu: ponte o viadotto;

marrone: metro-tramvia del Boite;
grigio scuro: tunnel

Tracciati possibili