il nodo Resia

La ferrovia del Resia è un progetto che viene da lontano, putroppo mai ultimato. Ultimamente, dopo il ripristino della ferrovia Merano – Malles, il collegamento con Scuol e Landeck attrae sempre piu’ gli interessi di molti.

Collegare Malles a Landeck via Resia sarebbe poi, come dire, completare l’opera della Via Claudia Augusta.

Allo stato attuale lo studio piu’ avanzato è rappresentato dal modulo D del progetto INTERREG III A “Trasporto pubblico nel triangolo retico” che prende in considerazione un collegamento ferroviario tra la Bassa Engadina e l’Alta Venosta; in particolare si esplorano cinque varianti:

  • Variante 1: S-chanf – Livigno – Valchava – Müstair – Mals,
  • Variante 2: Zernez – Punt la Drossa – Valchava – Müstair – Mals,
  • Variante 3: A: Scuol – Mals (diretto),
  • Variante 3: B Scuol – Valchava – Müstair – Mals,
  • Variante 4: Scuol – Nauders – Passo Resia – Mals.

La documentazione ufficiale è disponibile online presso il sito dell’Ufficio dell’energia e dei trasporti dei Grigioni.

Una buona sintesi prodotta dall’Ing. Giovanni Saccà è disponibile online sul sito del CIFI, Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani.

Di seguito individuo una Variante della Variante 4 che puo’ essere chiamata Variante 4A e che assegna a Resia il ruolo di “nodo-pivot” a tre vie: Malles, Scuol, Landeck.

Tempi e distanze

Malles – Resia – Scuol

resia_nodo_scuol_tbl

Malles – Resia – Landeck

resia_nodo_landeck_tbl

Scuol – Resia – Landeck

resia_nodo_scuol_landeck_tbl

Mappa

Legenda
magenta: pendenza max 35/1000;
blu: ponte o viadotto;
grigio scuro: tunnel